Inviolata: una discarica nel parco... e il paradosso di un nuovo megaimpianto TMB in un sito sottoposto a bonifica.

Dovrebbe essere gestita con la cautela, la competenza e la trasparenza necessarie a insediamenti ad alto impatto ambientale.

L’inquinamento riscontrato dall'Agenzia Regionale per l'Ambiente (Arpalazio) evidenzia l'assenza di un’adeguata gestione del territorio.
L’incapacità è la causa dei problemi esplosi in questi ultimi anni in molte Amministrazioni Pubbliche, come ci ricordano purtroppo le cronache di questi giorni: Guidonia non fa eccezione.
Dopo molti mesi, in cui è rimasto dimenticato in qualche scrivania del Palazzo Municipale, è stato approvato il documento (Piano di Caratterizzazione), indispensabile all'avvio delle procedure di bonifica del sito, che peraltro aveva già da tempo ottenuto tutti i pareri degli Enti superiori.
L'avvio della bonifica è solo il primo atto sul quale va esercitato da parte delle Autorità competenti e dei cittadini, un serio controllo per verificare che le procedure ottengano il raggiungimento del risultato dell'eliminazione dei veleni.
Dopo tale bonifica è naturale prevedere l'allontanamento di qualunque iniziativa di ulteriore compromissione del nostro territorio.
Il Piano Regionale Rifiuti prevede invece la costruzione di un mega impianto di Trattamento Meccanico Biologico (TMB) da 190.000 tonnellate/anno adiacente la discarica.
Come Associazione di cittadini ci sembra doveroso richiamare gli Amministratori Comunali alla responsabilità di tutelare la salute dei cittadini adottando con urgenza gli atti conseguenti.

Associazione Politico Culturale La Città © 2012
Via Enzo Ferrari, 23 - 00012 Guidonia Montecelio (RM)
Tel. 3339173869 - P.Iva: 94062480580
Iscriviti alla nostra newsletter

Sito realizato da: Flavio Gambardella - Logo: Giulia Virgilio